L’infertilità colpisce circa il 20% delle coppie. Cosa fare?

Gli esperti di ProCrea a Lugano si mettono a disposizione delle coppie gratuitamente sabato 21 gennaio. Il centro di medicina della riproduzione propone un momento di confronto sui temi della fertilità: esami, terapie e tecniche di procreazione assistita. Partecipazione libera con preregistrazione.


Infertilità, procreazione assistita, esami genetici e ostacoli alla gravidanza. Sono questi alcuni dei temi che saranno affrontati nell’incontro in programma sabato 21 gennaio al centro per la fertilità ProCrea di Lugano (partecipazione libera con preregistrazione). La clinica svizzera torna ad aprire le porte per incontrare le coppie che sono alla ricerca di un figlio.
«L’infertilità è considerata una patologia che, in forme più o meno gravi, colpisce circa il 20% delle coppie in età fertile», spiega Alessandro Verza specialista in Ginecologia e Medicina della riproduzione del centro ProCrea. Le cause possono essere diverse e di differente gravità, possono essere riconducibili a fattori maschili, femminili e di coppia. «Il vero problema è che molti non si pongono il problema se non quando si trovano a fare i conti con una gravidanza che non arriva», sottolinea lo specialista di ProCrea. «Oltre a mancare una cultura di prevenzione, spesso manca la conoscenza degli elementi che incidono negativamente sulla fertilità come l’età, gli errati stili di vita e le infezioni. Manca soprattutto la conoscenza delle risposte che la scienza può dare. Le soluzioni ci sono, ma non sono una ricetta applicabile a tutti: solamente partendo da una diagnosi clinica precisa e approfondita è possibile intraprendere il percorso più corretto per arrivare ad una gravidanza», conclude Verza.

Sabato 21 gennaio gli esperti di ProCrea si mettono a disposizione delle coppie alla ricerca di un figlio per spiegare cause, tecniche e possibili soluzioni all’infertilità. Il programma prevede un incontro conoscitivo al termine del quale è possibile incontrare personalmente gli specialistici. Sarà inoltre possibile visitare la clinica che si sviluppa su cinque piani e raccoglie sei studi medici, laboratori di embriologia e andrologia, due sale operatorie con i locali per la sterilizzazione e sette camere post intervento, oltre al laboratorio di genetica.

L’incontro è libero e aperto a tutti. Per la partecipazione è richiesta la registrazione contattando la segreteria di ProCrea al numero +41.91.92455.55 oppure inviando una mail a info@procrea.ch indicando nell’oggetto “giornata porte aperte 21 gennaio”.
ProCrea si trova in via Clemente Maraini 8 a Lugano (Svizzera).

Programma
Ore 14: apertura del centro
Ore 14.15: incontro con lo staff
Accoglienza ed introduzione – Gian Piero Brunello, direttore di ProCrea
“Trattamenti della PMA” – Alessandro Verza, specialista in Medicina della riproduzione
“Analisi genetiche in PMA” – Giuditta Filippini, specialista in Genetica medica
“La biologia nella medicina della riproduzione” – Federico De Angelis e Simona Cuomo, biologi
“L’accompagnamento durante i trattamenti” – Michela Mondoloni, aiuto medico
Ore 15.30: rinfresco.
Ci sarà la possibilità di visitare il centro e di parlare direttamente con gli specialisti.

ProCrea – Con una lunga esperienza nel campo della medicina della riproduzione, ProCrea è il maggiore centro di fertilità della Svizzera ed è un polo di riferimento internazionale. ProCrea è composto da un’équipe professionale di medici, biologi e genetisti specialisti in fisiopatologia della riproduzione. Unico centro svizzero ad avere al suo interno un laboratorio accreditato di genetica molecolare (www.procrealab.ch), ProCrea esegue analisi genetiche per lo studio dell’infertilità con tecniche d’avanguardia. La sede principale è a Lugano in via Clemente Maraini, 8. www.procrea.ch.